Leadership potential is empowered by studying the science of negotiation

Abstract
This research – carried out involving Luiss University students who attended the NegotiatingLab in 2020 – moves from the assumption that emotional intelligence is an essential quality for leadership. The results show that studying the science of negotiation enables people to develop all the basic elements of emotional intelligence. We have observed that studying the science of negotiation – being the science that enables us to learn about the emotions and interests of others (and, in turn, ours’) – is fundamental to developing emotional intelligence and is therefore a key leadership competence. Our observation showed that, after having attended a 48-hours course of science of negotiation, students’ emotional intelligence increased in total averages of 6.49 points (10.02%). We also observed an enhancement of the females’ emotional intelligence four-skills average of 10.60% and an 8.87% increase for males. In this respect, indeed, an improvement of the sample has been noted not only in terms of social awareness and relationship management (inter-personal skills), but also in terms of self-awareness and self-management (intra-personal skills). The above might imply that the science of negotiation should be recognized as a core competence to improve the quality of leadership because it provides a mental training that enables people to develop the four basic emotional intelligence skills: self-awareness, self-management, social awareness and relationship management. Scholars argue that the more emotionally intelligent individuals are more effective as negotiators. This research shows that the relationship is also inverse: those who study the science of negotiation become more emotionally intelligent. On the basis of the above, we could say that people who have been studying negotiation are more emotional intelligent individuals and, therefore, they show a higher potential to be effective leaders. After all, if we carefully think about it, a negotiator must lead not only those on the same side of the table, but also those on the other side. A negotiator leads. A leader negotiates. Always.

La capacità di leadership si accresce studiando la scienza della negoziazione

Abstract
Questa prima osservazione – condotta coinvolgendo studenti della Luiss Libera Università Internazionale degli Studi Sociali che hanno frequentato il Laboratorio di Negoziazione (NegotiatingLab) nel 2020 – muove dal presupposto che l’intelligenza emotiva sia una qualità essenziale per la leadership. I risultati mostrano che lo studio della scienza della negoziazione consente alle persone di sviluppare tutti gli elementi di base dell’intelligenza emotiva. E’ stato osservato che lo studio della scienza della negoziazione – intesa come la scienza che ci consente di apprendere gli interessi e le emozioni degli altri (e, di conseguenza, anche i nostri) – è fondamentale per lo sviluppo dell’intelligenza emotiva ed è quindi una competenza chiave per la leadership. La nostra osservazione ha mostrato che, dopo aver frequentato un corso di scienza della negoziazione di 48 ore, l’intelligenza emotiva degli studenti è aumentata in media di 6,49 punti (10,02%). Abbiamo anche osservato un miglioramento della media delle quattro abilità dell’intelligenza emotiva delle persone di sesso femminile del 10,60% e un aumento dell’8,87% per le persone di sesso maschile. A tale riguardo, infatti, si è notato un miglioramento del campione non solo in termini di coscienza sociale e gestione delle relazioni (abilità interpersonali), ma anche in termini di autoconsapevolezza e autocontrollo (abilità intra-personali). Quanto sopra implica che la scienza della negoziazione dovrebbe essere riconosciuta come una competenza fondamentale per migliorare la qualità della leadership perché fornisce un allenamento mentale che consente alle persone di sviluppare le quattro abilità di base dell’intelligenza emotiva: autoconsapevolezza, autocontrollo, consapevolezza sociale e gestione delle relazioni. Gli studiosi sostengono che gli individui emotivamente più intelligenti sono più efficaci come negoziatori. Questa ricerca mostra la relazione è anche inversa: chi studia la scienza della negoziazione diventa più emotivamente intelligente. Sulla base di quanto sopra, potremmo dire che le persone che hanno studiato negoziazione sono individui più intelligenti dal punto di vista emotivo e, quindi, mostrano un potenziale più elevato per essere leader efficaci. Dopo tutto, se ci pensiamo attentamente, un negoziatore deve guidare non solo coloro che stanno dalla stessa parte del tavolo, ma anche coloro che stanno dall’altra parte. Un negoziatore conduce. Un leader negozia. Sempre.